La Formazione del Datore di Lavoro RSPP

 

La legge in materia di sicurezza sul lavoro (D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81 coordinato con il D.Lgs. 3 agosto 2009, n. 106) stabilisce che le aziende siano obbligate a organizzare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi, un compito che soprattutto nelle Piccole e Medie Imprese può essere svolto direttamente dal datore di lavoro.

L’Accordo Stato Regioni in vigore dal 26 gennaio 2012, disciplina la formazione minima obbligatoria prevista in questo caso, come RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione):

L’accordo, contestuale a quello sulla formazione dei lavoratori, prevede precise indicazioni in materia di argomenti, durata e modalità dei corsi di formazione obbligatoria.

Nella fattispecie l’allegato 2 del decreto legislativo 81/2008, prevede che questa funzione possa essere svolta dal datore di lavoro nei seguenti casi:

  • Aziende artigiane e industriali fino a 30 addetti
  • Aziende agricole e zootecniche fino a 10 addetti
  • Aziende della pesca fino a 20 addetti
  • Altre aziende fino a 200 addetti.

OBBLIGHI FORMATIVI DEL RSPP

La formazione del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione prevede corsi di durata minima di 16, 32 e 48 ore a seconda della natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, delle modalità di organizzazione del lavoro e delle attività lavorative svolte. E’ possibile prevedere un percorso migliorativo rispetto a questi obblighi minimi: per le aziende con profilo di rischio basso la durata minima del corso è di 16 ore, per il rischio medio è necessario un percorso di 32 ore, per quello alto il corso dura 48 ore.

Ogni percorso formativo prevede quattro moduli: giuridico, gestionale, tecnico e relazionale, ognuno con una serie di contenuti specificamente previsti nell’ accordo.

I corsi previsti dall’accordo non comprendono la formazione necessaria per prevenzione incendi e lotta antincendio (corso addetto antincendio), di primo soccorso e di gestione dell’emergenza (corso primo soccorso aziendale) (per cui restano valide le disposizioni previste all’articolo 37, comma 9 e agli articoli 45, comma 2, e 46, comma 3, lettera b) e comma 4, del D.Lgs. n. 81/08).

Nel caso di apertura di una nuova impresa, il datore di lavoro deve terminare il percorso base entro 90 giorni dall’ apertura dell’attività.

AGGIORNAMENTO

E’ obbligatorio un aggiornamento corso RSPP, ogni cinque anni, con percorsi la cui durata varia a seconda del profilo di rischio dell’azienda: otto ore per il rischio basso, 12 per quello medio, 16 per quello alto.

I corsi di aggiornamento non devono riprodurre quanto già previsto dai corsi base, ma approfondimenti su:

  • Temi tecnico-organizzativi e giuridico-normativi
  • Sistemi di gestione e processi organizzativi
  • Fonti di rischio, compresi i rischi di tipo ergonomico
  • Tecniche di comunicazione, volte all’informazione e formazione dei lavoratori in tema di promozione della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro.

 

Aggiungi Commento

Il tuo indirizzo E-mail non sarà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati con *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.